25Settembre2017

Login

Accesso all'Area Riservata

Nome Utente
Password *
Ricordati di me
Sei qui: Home News L’impronta della Sabbatini sui Campionati Italiani Juniores

L’impronta della Sabbatini sui Campionati Italiani Juniores

La mezzofondista teramana ora si concentra per gli Europei U. 20


I campionati italiani Juniores e Promesse di Firenze vanno in archivio con l’importante risultato del titolo italiano conquistato da Gaia Sabbatini, che ha dimostrato una maturazione tattica e muscolare che le hanno permesso di vincere gli 800 con autorità. Una prova di forza su avversarie che hanno cercato di attaccarla sul penultimo rettilineo, tra i 500  e i 600 metri, che la Sabbatini ha saputo controllare senza scomporsi. Ha accelerato negli ultimi 120 metri, chiudendo in 2’08”92. Il titolo italiano all’aperto bissa quello indoor, e ci lascia un’atleta pronta per palcoscenici internazionali come quello dei Campionati Europei Under 20, in programma tra poco più di un mese a Grosseto. In quella circostanza la Sabbatini dovrà essere di più di una semplice partecipante, sulla base delle qualità messe in mostra nella gara di Firenze.

Per quanto riguarda gli altri atleti teramani, in primo piano i salti in estensione con il quinto  posto di Giada Bilanzola (Atletica Gran Sasso Teramo) nel triplo Promesse, che conferma il suo ottimo rendimento stagionale. Non  ha superato il suo personale, ma ci è andata vicino con la misura di 12,73 metri ottenuta al primo turno di salti. Vittoria dell’azzurra Ottavia Cestonaro (Carabinieri) con 13,63. Nel lungo Juniores Lorenzo Mantenuto (Vomano Gran Sasso) si è classificato ottavo con 6,84 metri (vento - 0,4 m/s), ma nella qualificazione del giorno prima era riuscito a fare meglio con 6,94 (v. - 0,9 m/s), che lo collocava sesto.    

Nella velocità si segnala l’ottavo posto nella finale dei 100 Promesse (vento - 0,9 m/s) di Ludovica Clementini (Gran Sasso Teramo) con 12”23. In qualificazione aveva corso in 12”18  (vento - 0,2 m/s) con l’ultimo tempo di ripescaggio. Vittoria di Johanelis Abreu (Atletica Brescia) con 11”79.

Nei lanci, presenti le martelliste Junior Eugenia Di Francesco e Giovanna Di Benedetto, delle quali la prima è riuscita a entrare nella finale a dodici, dove si è piazzata dodicesima con la misura di 43,23 metri, facendo meglio della qualificazione. La Di Benedetto si è classificata 21^ con 38,58 metri.